Didattica Digitale

Il metodo Cornell per prendere appunti

Il metodo Cornell è un metodo utile per prendere appunti, ideato dal professore Walter Pauk dell’Università di Cornell nel 1989.  Secondo il metodo Cornell gli appunti devono essere disposti su una colonna del foglio e le parole chiave nell’altra colonna.  Il foglio sarà quindi diviso in due colonne: una più grande (di solito il 75% del… Continua a leggere Il metodo Cornell per prendere appunti

Condividi

Pedagogia dell’insegnamento capovolto. Alcuni presupposti teorici

Si parla tanto di insegnamento capovolto, conosciuto con l’espressione “flipped classroom“, ma spesso non si fa menzione a quelli che sono ritenuti i presupposti pedagogici che stanno alla base di questa metodologia didattica. La maggior parte della letteratura sulle flipped classroom si concentra su come “capovolgere l’aula” nel senso strettamente tecnico, senza spiegare cosa dovrebbe essere programmato… Continua a leggere Pedagogia dell’insegnamento capovolto. Alcuni presupposti teorici

Condividi

Hyperdoc, uno strumento didattico innovativo

Gli HyperDocs sono degli strumenti didattici che consistono in documenti di testo da condividere con i propri studenti. Per la realizzazione dei propri HyperDocs è possibile utilizzare gli strumenti di Google (Documenti, Presentazioni), oppure gli strumenti messi a disposizione su OneDrive. Ciascun HyperDocs contiene: una serie di risorse online selezionate dal docente (video, podcast, mappe… Continua a leggere Hyperdoc, uno strumento didattico innovativo

Condividi

L’uso del Format QRcode nelle scuole primarie e secondarie

In fondo al post viene allegato un opuscolo realizzato da Sabrina Leone sull’uso del QR Code nella didattica. QRcode è un’esperienza didattica rivolta agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado. Essa consiste nell’integrazione di materiale di apprendimento cartaceo e digitale attraverso Quick Response (QR) code, finalizzata alla flessibilità (anytime, anywhere) e alla… Continua a leggere L’uso del Format QRcode nelle scuole primarie e secondarie

Condividi

Uso dei codici QR nella didattica speciale

I codici QR (Quick Response) si stanno configurando come un valido strumento di aiuto nella didattica speciale al fine della differenziazione degli insegnamenti. La rapida diffusione è favorita dalla semplice accessibilità, in quanto basta un semplice smartphone o un tablet per effettuare la scansione del codice e accedere alle informazioni in esso contenute.

Condividi

Idee per l’uso dei codici QR nella didattica

 I codici QR sono molto utilizzati oggi in vari contesti: nei prodotti da supermercato, nei manifesti, nelle pubblicità, in tv, nei siti web, ecc. Anche le scuole stanno iniziando ad apprezzare la potenza di questo strumento e lo utilizzano per arricchire le esperienze didattiche degli alunni, forti anche della libertà nella creazione e nella lettura. Infatti, i codici QR… Continua a leggere Idee per l’uso dei codici QR nella didattica

Condividi

Reclipped, un servizio per la raccolta di spezzoni video

Reclipped è servizio web che consente di annotare, raccogliere e condividere parti di video già presenti nella rete. In questo modo l’utente potrà raccogliere, in maniera ordinata, gli spezzoni video che ritiene più interessanti. Grazie a Reclipped è possibile ritagliare le parti di video da archiviari e consente di assegnate un titolo e dei tag. Essendo un servizio web… Continua a leggere Reclipped, un servizio per la raccolta di spezzoni video

Condividi

TimelineJS per la creazione di linee del tempo interattive

Timeline JS è uno strumento gratuito che permette di creare timeline multimediali interattive, anche in modalità collaborativa, in modo semplice ed efficace utilizzando un foglio di calcolo Google. Basta caricare il foglio di Google e Timeline JS produce una linea del tempo. L’utente deve scaricare l’apposito modello del foglio di calcolo Google e compilare i vari campi inserendo le… Continua a leggere TimelineJS per la creazione di linee del tempo interattive

Condividi

Drive del team, spazi condivisi per l’archiviazione

I Drive del team di Google sono degli spazi condivisi in cui i gruppi di lavoro possono facilmente archiviare, cercare e accedere ai file ovunque si trovino e da qualsiasi dispositivo. I file dei Drive del team appartengono a tutto il gruppo di lavoro anziché a un singolo utente. Anche se un membro lascia il… Continua a leggere Drive del team, spazi condivisi per l’archiviazione

Condividi

Evoluzione temporale di una coltura batterica. Un’attività di modellizzazione con Wolfram Development Platform

Viene di seguito proposto un problema di applicazione della matematica alle scienze biologiche, in cui l’obiettivo è la costruzione e lo studio di un modello di crescita di una coltura batterica. Per lo studio del modello è stato utilizzato Wolfram Development Platform. Unità di apprendimento in cui inserire l’attività: esponenziali e logaritmi Contesto: 4° anno del… Continua a leggere Evoluzione temporale di una coltura batterica. Un’attività di modellizzazione con Wolfram Development Platform

Condividi