Le tecniche di Polya per il problem solving

Nel 1945 George Polya ha pubblicato il libro “How to solve it” che divenne rapidamente la sua pubblicazione più famosa. Ha venduto più di un milione di copie ed è stato tradotto
in 17 lingue. In questo libro vengono identificati quattro principi di base di problem solving.   Leggi tutto “Le tecniche di Polya per il problem solving”

Condividi

Manifestazione π-day. Quiz on line di matematica per tutti gli studenti di scuole di ogni ordine, grado e indirizzo

In occasione del π DAY 2018 (14 marzo) il MIUR promuove un evento per celebrare la giornata, con la finalità di avvicinare tutti i giovani alla matematica e con lo scopo di comunicare l’impegno del MIUR e delle scuole per l’apprendimento della matematica e delle discipline scientifiche. Leggi tutto “Manifestazione π-day. Quiz on line di matematica per tutti gli studenti di scuole di ogni ordine, grado e indirizzo”

Allegati

Condividi

Che cos’è un sistema complesso?

I tratti caratteristici di un sistema complesso:

Alto numero di elementi. Un sistema composto da una decina di elementi può essere complesso. Spesso però i sistemi complessi naturali contano milioni o miliardi di elementi.

Interazioni non lineari fra gli elementi. I singoli elementi sono interconnessi fra di loro in modo non lineare; fra input (cause) e output (effetti) non esiste cioè una proporzionalità lineare. Anche conoscendo gli input del sistema, è spesso impossibile prevedere gli output che ne deriveranno.

Effetti ritardati. Un input può avere sul sistema molteplici effetti, distribuiti nel tempo: una risposta immediata, effetti a medio oppure a lungo termine. Leggi tutto “Che cos’è un sistema complesso?”

Condividi

La sezione aurea o proporzione divina. Un modulo di approfondimento

Tipo di approfondimento:

Matematico Applicativo

 Motivazione:

Generalmente i libri di testo tendono a presentare la sezione aurea come un concetto di natura geometrica fine a sé stesso. Raramente si cerca di introdurla facendo vedere quali sono le maggiori applicazioni che investono i diversi campi del sapere che non sono puramente matematici, come nel caso delle applicazioni all’arte.   Leggi tutto “La sezione aurea o proporzione divina. Un modulo di approfondimento”

Condividi

L’umorismo: una risorsa preziosa per l’insegnamento della matematica

Paolo Maroscia (Dipartimento SBAI, Università di Roma La Sapienza) – In questa comunicazione si intende mostrare, attraverso l’esame di esempi e situazioni concrete, che l’utilizzo dell’umorismo nell’insegnamento della matematica può risultare molto ecace e procuo, grazie al fatto che umorismo e matematica hanno in comune varie caratteristiche, tra cui la concisione, l’incongruità, la leggerezza, la profondità, e per di più anche due procedimenti fondamentali: l’inversione e l’iterazione. In realtà, studi recenti hanno evidenziato una grande valenza pedagogica e formativa legata all’uso dell’umorismo nella didattica, a tutti i livelli. Ciò non è sorprendente poiché l’umorismo provoca una naturale tensione psichica con un forte coinvolgimento emotivo, in relazione ai problemi di recupero del senso e riorganizzazione del campo percettivo-cognitivo. In particolare, l’utilizzo dell’umorismo come strumento didattico in matematica consente, tra l’altro, di:    Leggi tutto “L’umorismo: una risorsa preziosa per l’insegnamento della matematica”

Allegati

Condividi

La chiralità

Il termine chiralità deriva dal greco χείρ  (=mano) ed è utilizzato per indicare la proprietà appartenente a tutti i corpi aventi un’immagine speculare non sovrapponibile a sé. Esso fu introdotto da Sir L. Thompson, Lord Kelvin (1824-1907) in questi termini: «I call any geometrical figure, or group of points, chiral, and say that it has chirality, if its image in a plane mirror,  ideally realized, cannot be brought to coincide with itself».

Dalla definizione si deduce subito che la sua etimologia deriva proprio dalla proprietà della mano che non è sovrapponibile alla sua immagine.

Leggi tutto “La chiralità”

Condividi