Matematica e Coronavirus a scuola

Paolo Alessandrini – In questo periodo di lockdown si è assistito a un fenomeno straordinario: alcuni argomenti matematici piuttosto tecnici, solitamente confinati nelle pagine degli articoli specialistici o dei testi scolastici o universitari di matematica, sono diventati oggetto di discussione anche tra i “non addetti ai lavori”, nei talk show televisivi, nei social e sulle testate d’informazione. Questo fatto è allo stesso tempo positivo e negativo.
Positivo, perché ha mostrato a un pubblico molto vasto che la matematica è uno strumento decisivo per il monitoraggio e per la gestione di una situazione d’emergenza come quella che stiamo vivendo: ciò ha contribuito a togliere alla matematica quell’aura di disciplina astrusa e priva di applicazioni pratiche.
Negativo, perché esiste il rischio che questioni molto complesse e delicate vengano banalizzate e trattate con superficialità.
Condividi

Wakelet Spaces e loro possibili usi in classe

Cosa sono i Wakelet Spaces?

Gli “Spaces” di Wakelet consistono in una nuova funzione di organizzazione e collaborazione integrata direttamente nella piattaforma Wakelet. Con pochi clic, gli utenti possono creare uno “spazio” per ospitare i contenuti da condividere.

In questo modo, gli utenti con molte raccolte nei loro account Wakelet possono spostare i contenuti in uno spazio, per tenere ordinate le proprie raccolte.

Le raccolte possono essere spostate in uno spazio passando il mouse sull’icona della raccolta e facendo clic sui tre puntini in alto a destra, quindi su “Move collection”. Read more

Condividi

Wakelet e il modello SAMR

L’introduzione delle tecnologie nella didattica non ha immediatamente cambiato le consuetudini e le prassi didattiche fino ad allora ben strutturate. Per diversi anni non sono apparsi dei cambiamenti rispetto a quanto fatto in precedenza.

Il modello S.A.M.R. (Sostituzione, Ampliamento, Modificazione, Ridefinizione), sviluppato da Ruben Puentedura, viene utilizzato per la comprensione dei cambiamenti che avvengono rispetto a realtà già radicate.

Prendendo come esempio l’introduzione del digitale nella didattica, inizialmente avverrà un processo di pura sostituzione, in cui si assisterà a una rimodulazione delle attività già svolte dal docente in forma analogica; successivamente, l’esperienza lo orienterà verso scelte più ragionate e apporterà delle vere modifiche al proprio modus operandiContinua a leggere

Condividi
1 2 3 18